20 Settembre 2020
Novita´ e Recensioni

Giorgio Fontana "Morte di un uomo felice"

20-09-2014 11:58 - Novita´ Storiche
Libro vincitore del Premio Campiello 2014.

Milano, estate 1981: siamo nella fase più tarda, e più feroce, della stagione terroristica in Italia.
Non ancora quarantenne, Giacomo Colnaghi a Milano è un magistrato sulla linea del fronte; coordinando un piccolo gruppo di inquirenti, indaga da tempo sulle attività di una nuova banda armata, responsabile dell´assassinio di un politico democristiano.
Il dubbio e l´inquietudine lo accompagnano da sempre; egli è intensamente cattolico, ma di una religiosità intima e tragica, è di umili origini, ma convinto che la sua riuscita personale sia la prova di vivere in una società aperta.
È sposato con figli, ma i rapporti con la famiglia sono distanti e sofferti.
Ha due amici carissimi, con i quali incrocia schermaglie polemiche, ama le ore incerte, le periferie, il calcio, gli incontri nelle osterie.
Dall´inquietudine è avvolto anche il ricordo del padre Ernesto, che lo lasciò bambino morendo in un´azione partigiana. Quel padre che la famiglia cattolica conformista non potè mai perdonare per la sua ribellione all´ordine, la cui storia eroica Colnaghi ha sempre inseguito, per sapere, e per trattenere quell´unica persona che ha forse amato davvero, pur senza conoscerla.
L´inchiesta che svolge è complessa e articolata, tra uffici di procura e covi criminali, tra interrogatori e appostamenti, andrà a buon fine ma la sua coscienza aggiunge alla caccia all´uomo una corsa per capire le ragioni profonde, l´origine delle ferite che stanno attraversando il Paese...

Realizzazione siti web www.sitoper.it